rei2018

Carta REI o REDDITO DI INCLUSIONE 2018, facciamo chiarezza!

In Home, Sportello Famiglia by Avv. Raffaele La GattaLeave a Comment

L’INPS, con circolare n. 172 del 22 novembre 2017, ha sancito le prime direttive sulla misura di contrasto alla povertà, denominato Reddito di Inclusione (ReI).
Purtroppo ancora pochi conoscono questa sconosciuta carta Rei, poco viene detto, poco si sa, in quanto fino a poco tempo fa nemmeno i vari Comuni sapevano come dare attuazione e metterla in pratica. Il Comune di Napoli dopo qualche rinvio ha finalmente dato il via alla presentazione delle domande dall’11 dicembre 2017.
La carta ReI viene concessa ai nuclei familiari che si trovano in condizioni di povertà ed è composta:
1) da un beneficio economico, ovvero la ricarica di una carta di pagamento elettronica fornita da Poste Italiane con il sussidio di cui si ha diritto;
2) una serie di servizi alla persona, ovvero un programma di inclusione sociale dei soggetti disagiati con l’ausilio di psicologi, assistenti sociali ed altri professionisti, che il soggetto deve seguire per poter beneficiare di tale sussidio.

CHI NE HA DIRITTO?
– i cittadini italiani e comunitari;
– i cittadini stranieri con permesso di soggiorno e titolari di protezione internazionale (es. asilo politico, protezione sussidiaria);
– i residenti in Italia da più di due anni;
– coloro che soddisfano alcuni requisiti familiari ed economici di seguito esposti.

REQUISITI FAMILIARI
Al momento della presentazione della domanda devono essere presenti almeno uno dei seguenti requisiti:
– presenza di una persona con disabilità e di un rappresentante legale capace, quale un genitore o un tutore;
– presenza di una donna in stato di gravidanza accertata;
– presenza di un lavoratore di età pari o superiore a 55 anni che si trovi in stato di disoccupazione per licenziamento, anche collettivo, dimissioni per giusta causa e che si trovi in stato di disoccupazione da almeno tre mesi non ricevendo altro sussidio per la disoccupazione.

REQUISITI ECONOMICI
Per tutta la durata del beneficio bisogna possedere TUTTI i seguenti requisiti economici:
– ISEE minore o uguale a euro 6.000;
– ISRE ai fini ReI non superiore ad euro 3.000;
– un valore del patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, non superiore ad euro 20.000;
– un valore del patrimonio mobiliare non superiore ad euro 6.000, accresciuta di euro 2.000 per ogni componente del nucleo familiare successivo al primo, fino ad un massimo di euro 10.000 (ovvero 4 componenti).

IMPORTO E DURATA
Il ReI è concesso a decorrere dall’1 gennaio 2018 ed il beneficio economico verrà erogato per 18 mesi, è rinnovabile per non più di 12 mesi, e tra la conclusione e l’inizio di una nuova domanda ReI dovranno trascorrere almeno 6 mesi. In caso di trasformazione del SIA (Sostegno per l’Inclusione Attiva) in ReI, la durata del beneficio economico del ReI viene ridotta del corrispondende periodo di beneficio del SIA.
Gli importi sono i seguenti a seconda dei componenti del nucleo familiare:
1 persona euro 188;
2 persone euro 294;
3 persone euro 383;
4 persone euro 461;
5 persone o più euro 485.

Per ogni dubbio e senza alcun impegno Venite a trovarci in Associazione in una delle sedi che potete trovare al seguente link: Contatti Associazione Genius
(non si effettuano consulenze telefoniche).

Leave a Comment